Video

Data la situazione emergenziale di questo periodo, l’OISMA prende una veste smart e si rende vicina a
tutte le famiglie che ne hanno bisogno. L’OISMA, infatti, tramite Skype ed altri mezzi tecnologici riesce a
continuare a supportare le famiglie in una maniera sicuramente non più tradizionale, ma ugualmente
efficace. Per info basta scrivere una mail a info@oisma.it o chiamare il 3203161748-3209328673 .
Sono tante le situazioni che ci arrivano di famiglie con un bambino, ragazzo o adulto autistico all’interno
che non si ritrovano senza gli operatori e senza quegli strumenti e punti di riferimento ordinari.
L’autismo è estremamente variegato, c’è chi di questa nuova routine, lontananza dai rapporti sociali e
maggior uso della tecnologia, sta traendo un nuovo equilibrio. Ci sono altri, invece, che hanno maggiore
difficoltà ad adattarsi a delle giornate così radicalmente diverse. È così possibile che alcuni siano più
agitati, che ci siano degli scoppi di rabbia o di aggressività proprio perché vengono meno quelle routine
necessarie per il proprio benessere. Tutte le persone vicine ad un autistico, quindi, possono fare
qualcosa per aiutarlo (laddove necessario) a gestire questa diversità ecco perché, nel primo video
dell’OISMA, proponiamo una storia sociale da poter utilizzare, manipolare, implementare a seconda
delle necessità.
Le storie sociali possono essere molto utili nell’autismo, vanno scritte utilizzando una serie di criteri
spiegati nel video! Di seguito la Presidente dell’Associazione, la Dott.ssa Rosaria Ferrara, psicologa, ci
illustra la storia sociale OISMA utilizzabile per spiegare questo momento di ritiro sociale a bambini-
ragazzi o adulti dello spettro autistico.


Data la situazione emergenziale di questo periodo, l’OISMA prende una veste smart e si rende vicina a
tutte le famiglie che ne hanno bisogno. L’OISMA, infatti, tramite Skype ed altri mezzi tecnologici riesce a
continuare a supportare le famiglie in una maniera sicuramente non più tradizionale, ma ugualmente
efficace. Per info basta scrivere una mail a info@oisma.it o chiamare il 3203161748-3209328673.
Sono tante le situazioni che ci arrivano di famiglie con un bambino, ragazzo o adulto autistico all’interno
che non si ritrovano senza gli operatori e senza quegli strumenti e punti di riferimento ordinari.
L’autismo è estremamente variegato, c’è chi di questa nuova routine, lontananza dai rapporti sociali e
maggior uso della tecnologia, sta traendo un nuovo equilibrio. Ci sono altri, invece, che hanno maggiore
difficoltà ad adattarsi a delle giornate così radicalmente diverse. È così possibile che alcuni siano più

agitati, che ci siano degli scoppi di rabbia o di aggressività proprio perché vengono meno quelle routine
necessarie per il proprio benessere.
In questo video proponiamo un esercizio molto fruibile ed adattabile a diversi funzionamenti autistici, “Il
treno dei desideri”. Il treno dei desideri è composto da 9 vagoni che andranno creati con disegni o testi
a seconda del funzionamento del destinatario. È un gioco semplice, ma che promuove l’elaborazione
della situazione attuale, facendo un tuffo nel passato, soffermandoci nel presente e guardando già al
futuro. Esercizi del genere possono essere molto utili per i ragazzi autistici che in questo modo sono
spronati a dare delle immagini, un senso, a quanto sta accadendo in questo momento. La scheda la
trovate in allegato e nel video la Dott.ssa Rosaria Ferrara, Presidente Oisma e psicologa specializzata
nella diagnostica e trattamento autismo, ce ne parla.


Data la situazione emergenziale di questo periodo, l’OISMA prende una veste smart e si rende vicina a
tutte le famiglie che ne hanno bisogno. L’OISMA, infatti, tramite Skype ed altri mezzi tecnologici riesce a
continuare a supportare le famiglie in una maniera sicuramente non più tradizionale, ma ugualmente
efficace. Per info basta scrivere una mail a info@oisma.it o chiamare il 3203161748, mentre per avere
aggiornamenti sulla campagna “sporcatevi le mani” si può contattare direttamente la “fata” Annalisa al
3209328673.
In questa clip, Annalisa e Nazareno ci portano nel loro “Giardino dei libri” ovvero l’atelier capofila dei
diversi atelier OISMA che prevedono attività che partono dagli interessi circoscritti dei minori e ne fanno
punto d’incontro e di lavoro con i pari autistici e non. I laboratori hanno cadenza settimanale ed hanno
l’intento di favorire i processi di inclusione sociale ed autonomia di bambini e ragazzi con neurodiversità
e si svolgono sia a Roma che a Battipaglia (Salerno).
Il Giardino dei libri, ad esempio, è nato proprio dalla passione di Nazareno per la lettura… Buon Ascolto!


Sindrome di Asperger e terapia a cura della Dott.ssa Rosaria Ferrara, Presidente OISMA, che ci racconta come fare di stereotipie un ponte per il legame sociale.MOSTRA ALTRO


Dott.ssa Magda Di Renzo, Responsabile Istituto di Ortofonologia, ci parla dei good outcames dell’autismo.MOSTRA ALTRO


Dott. Antonio Di Ciaccia, politica, strategia e tattica applicati all’autismo.MOSTRA ALTRO


Sabrina Paravicini e Nino Monteleone parlano del loro film “Be Kind” e di come azzerare le distanze nei confronti della diversità.MOSTRA ALTRO


La dott.ssa Rosaria Ferrara presenta l’Associazione OISMA alla Camera. L’associazione è attiva a Roma e Battipaglia (SA).